Clemente Mastella nel comitato di presidenza di Berlusconi: “Mi arrivavano sms”

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Marzo 2014 11:34 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2014 11:35
Clemente Mastella (Foto Lapresse)

Clemente Mastella (Foto Lapresse)

ROMA – Rieccolo Clemente Mastella, europarlamentare del Pdl e ora ufficialmente nel comitato di presidenza di Forza Italia. Ovvero una delle poche, selezionate, figure che affiancano il presidente Silvio Berlusconi, lo consigliano, lo supportano.

Clemente Mastella, ex democristiano, ex ministro della Giustizia nel governo Prodi nel 2006, fondatore dell’Udeur, ex sindaco di Ceppaloni, suo feudo elettorale, toccato da un’inchiesta giudiziaria insieme alla moglie Sandra Lonardo, da qualche anno un po’ fuori dalle cronache per via di quel seggio all’Europarlamento, lontano chilometri da Roma, con il Pdl. E ora premiato con un posto di prestigio a fianco di Berlusconi.

Quasi se ne stupisce lui stesso, intervistato dalla Stampa: “Non ne sapevo nulla…ricevevo sms…”:

On. Mastella, è nel comitato di presidenza di FI. L’avevamo persa di vista.

«È un’affermazione barocca: non mi ero mai staccato dal territorio, magari in una posizione più umile e dimessa ma c’ero. L’aggressione giudiziaria che ho subito mi ha portato a essere come quelli che hanno il cuore a destra, prima o poi te ne fai una ragione».

Il cuore a destra?

«È un modo di dire: sono sempre di centro. E di questa nomina non sapevo nulla. Mi sono arrivati sms a cui rispondevo che probabilmente c’era stato un scambio di persona».