Comunali: il Pd invita a "votare donna"

Pubblicato il 3 Maggio 2012 18:38 | Ultimo aggiornamento: 3 Maggio 2012 18:39

ROMA – Su oltre 118 mila amministratori comunali solo il 18% sono donne, che svolgono principalmente l'incarico di assessore e consigliere (con percentuali rispettivamente del 19,5% e del 18,7%), mentre le donne sindaco sono poco piu' del 10% del totale.

Lo afferma Roberta Agostini, della segreteria nazionale del Pd, portavoce dell'Assemblea delle donne del Partito democratico, la quale a nome del partito rivolge un appello alle elettrici e agli elettori ''affinche' domenica e lunedi' nel rinnovo delle amministrazioni locali scelgano di votare una donna nelle liste del Partito democratico''. Secondo Agostini ''una presenza piu' equilibrata nelle istituzioni non e' una concessione ma un'opportunita' per l'intera societa' e per rafforzare le istituzioni democratiche – prosegue Agostini – sara' perche', anche in una fase economica difficile, nemmeno un euro sia sottratto a chi ne ha meno''.

''Per uscire dalla crisi servono investimenti per citta' piu' vivibili e moderne, dove gli orari siano compatibili, gli spazi verdi diffusi, i servizi per bambini, anziani e famiglie efficienti e universali. Lavoreremo per piani per la sicurezza – conclude – e per progetti di prevenzione della violenza, sostenendo le vittime e i centri antiviolenza e sostegno a chi ne ha bisogno''.