Comunali Imperia, ballottaggio Pdl-Pd: svolta storica nel “feudo” di Scajola

Pubblicato il 27 Maggio 2013 21:11 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2013 21:11
Comunali Imperia, ballottaggio Pdl-Pd: svolta storica nel "feudo" di Scajola

Comunali Imperia, ballottaggio Pdl-Pd: svolta storica nel “feudo” di Scajola

IMPERIA – Una svolta storica a Imperia, “feudo” dell’ex ministro Claudio Scajola. Dopo vent’anni di successi ininterrotti si preannuncia una sconfitta clamorosa per il Pdl. Il candidato di Claudio Scajola, Erminio Annoni, con circa il 28% dei consensi ottenuti per il Pdl andrà infatti certamente al ballottaggio. Ma è un risultato ben lontano dal 46% ottenuto dal candidato del Pd Carlo Capacci, che nel caso specifico era sostenuto anche da dissidenti del centrodestra che facevano capo all’ex sindaco, Paolo Strescino.

In più, il candidato di Sel, Antonio Russo, ha ottenuto l’8,8%, contro l’11% ottenuto dal candidato della Lega, Gianfranco Grosso, mentre il candidato del Movimento 5 Stelle, Alessandro Casano, si è fermato al 4,1%.

Da questo risultato emerge uno scenario del tutto nuovo per Imperia: Scajola non è più il ”signore del feudo”. Lui stesso si è detto deluso, ammettendo che ”non è un buon risultato, ci aspettavamo sicuramente di più”. ”Ma – ha aggiunto – questo è solo il primo turno. Aspettiamo il ballottaggio, non sarebbe la prima volta che vediamo i secondi arrivare primi”.