Comunali, Matteoli: “L’errore è stato far nascere il governo Monti”

Pubblicato il 9 Maggio 2012 9:47 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2012 10:36

ROMA – L'errore e' stato far nascere il governo Monti. Ma ormai non ha piu' senso andare alle elezioni anticipate. Lo afferma al Mattino l'ex ministro Altero Matteoli secondo cui la sconfitta del Pdl alle comunali si deve a ''varie concause'' ma ''dal punto di vista politico e' sicuramente il sostegno al governo ad averci penalizzato''.

''E' l'effetto – spiega – dei provvedimenti presi dall'esecutivo, che vanno a colpire un blocco sociale ed elettorale molto vicino al centrodestra. Nella nostra sconfitta ha giocato la sua parte anche la miriade di liste civiche. Se a questi elementi si aggiunge l'astensionismo molto alto, ecco spiegato il risultato''.

''A sinistra – aggiunge – sono piu' organizzati e ideologizzati, mentre gli elettori moderati quando non condividono qualcosa, preferiscono rifugiarsi nel non voto''.

Su come cambiera' l' atteggiamento del Pdl verso il governo, Matteoli afferma: ''Stiamo decidendo. Non possiamo più votare tutto cio' che Monti ci propone. Lo abbiamo fatto fino a ieri ma da adesso in poi non possiamo piu' consentirlo''. ''Nell'autunno scorso – ricorda – sono stato tra coloro che avrebbero voluto andare a votare subito. Oggi diventa marginale andare alle urne a settembre od ottobre. E' scontato che le elezioni si dovranno tenere tra il 10 e il 17 marzo del 2013, perche' entro la meta' di maggio dovra' essere eletto il nuovo presidente della Repubblica. Quattro o cinque mesi in piu' non fa ormai piu' differenza''.

''Noi la crisi non l'abbiamo mai nascosta – si difende poi Matteoli sul governo Berlusconi – e abbiamo mantenuto fede alla promessa di non mettere le mani nelle tasche degli italiani''.

Sulle possibili alleanze del Pdl, Matteoli osserva: ''Bisognera' riflettere. Ma c'e' la proposta che fa Berlusconi sulla federazione dei moderati''.