Consob: “Accertamenti sule voci delle dimissioni di Berlusconi”

Pubblicato il 7 Novembre 2011 21:02 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2011 21:17

MILANO – Consob in campo sulle voci di imminenti dimissioni di Berlusconi, che hanno fatto decollare Piazza Affari. ”Sulla base di prime analisi l’episodio sembra rientrare nelle normali dinamiche delle indiscrezioni politiche di natura giornalistica e rende poco probabile l’esistenza di irregolarità”, spiegano fonti vicine alla Commissione.

”Consob si riserva di fare gli accertamenti del caso come ogni qualvolta indiscrezioni di stampa hanno un impatto sui mercati”, spiegano le fonti, sottolineando che al momento è molto improbabile l’esistenza di irregolarità” che possano sostanziarsi in un abuso di mercato, e più in particolare nella manipolazione informativa (aggiotaggio).

”In ogni caso – viene spiegato – ulteriori accertamenti verranno fatti nei prossimi giorni”. La Consob ha dunque avviato gli accertamenti preliminari (sull’operatività sui titoli e sulla concentrazione degli scambi) che si attuano in questi casi. In relazione alle indiscrezioni pubblicate dal sito internet del Foglio di Giuliano Ferrara e dal vicedirettore di Libero, Franco Bechis, su Twitter, le prime impressioni in Consob rendono poco consistenti l’ipotesi che siano stati commessi abusi di mercato, avendo i giornalisti attinto a loro fonti che ritenevano attendibili (Bechis ha anche pubblicato su internet la telefonata) in una situazione fluida, passibile di variazioni repentine.