Consultazioni: M5s non va da Napolitano, la Lega Nord ci pensa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 febbraio 2014 13:48 | Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2014 13:48
Consultazioni: M5s non va da Napolitano, la Lega Nord ci pensa

Beppe Grillo al Quirinale durante le consultazioni dopo le elezioni (foto Lapresse)

ROMA – Consultazioni: il Movimento 5 Stelle non ci va, la Lega ci pensa. In vista degli incontri che Giorgio Napolitano avrà con le forze politiche per sondare la disponibilità verso un nuovo governo, l’opposizione insorge. I partiti fuori dalla maggioranza chiedono il passaggio parlamentare della crisi.

M5s ha messo ai voti la decisione, e la maggioranza ha deciso di non andare al Quirinale. L’assemblea dei deputati del Movimento ha così votato: i contrari alle consultazioni sono stati 62, 17 i favorevoli e 6 gli astenuti.

Poche ore prima, era stato lo stesso Grillo sul blog a definire le consultazioni “una presa per il culo”.

Contemporaneamente alla votazione di M5s, sono arrivate le parole dell’ex segretario leghista Roberto Maroni: ”Questa volta sono d’accordo con Grillo, queste consultazioni sono inutili e fossi il segretario della Lega non andrei al Quirinale”.