Conte: “Subito case agli sfollati. Stanzieremo ancora tanto, non lasciamo sola Genova”

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 agosto 2018 13:51 | Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2018 15:03
post giuseppe conte

Il post di Giuseppe Conte su Facebook

ROMA  – “Come abbiamo detto il Governo è con Genova e con i genovesi e non solo a parole, ma con gesti concreti”.

Lo scrive su facebook il premier Giuseppe conte ricordando i primi stanziamenti [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] per gestire lo stato di emergenza e i successivi 28,5 milioni decisi dal Cdm di ieri. “Il Governo – aggiunge – ha messo a disposizione i fondi necessari, ma adesso pretendiamo che si faccia in fretta e che sia data una dimora a queste persone. Abbiamo fatto tanto, stiamo facendo tanto e faremo ancora tanto altro. Non lasciamo sola Genova“.

Nell’immediatezza del crollo – ricorda il presidente del Consiglio – avevamo stanziato 5 milioni di euro per gestire lo stato di emergenza e ieri il Consiglio dei Ministri ha stanziato altri 28 milioni e 470 mila euro. Soldi che, come richiesto e quantificato dalla Regione Liguria, serviranno per realizzare gli interventi urgenti per la viabilità alternativa, per potenziare il sistema dei trasporti e per individuare sistemazioni abitative per i tanti nuclei familiari che hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni considerate a rischio.

Il Governo – conclude Conte – ha messo a disposizione i fondi necessari, ma adesso pretendiamo che si faccia in fretta e che sia data una dimora a queste persone. Abbiamo fatto tanto, stiamo facendo tanto e faremo ancora tanto altro. Non lasciamo sola Genova”.

Lunedì 20 agosto le prime case assegnate dal Comune. Taxi gratis per gli sfollati.

Domani alle 16 il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti con il sindaco di Genova Marco Bucci consegneranno i primi alloggi agli sfollati del crollo di Ponte Morandi. Alla consegna parteciperanno anche gli assessori di Regione Liguria Marco Scajola e Ilaria Cavo e del Comune di Genova Francesca Fassio.

Le persone che per motivi di sicurezza sono state costrette a lasciare le proprie case in seguito al crollo del ponte Morandi dal 20 agosto al 2 settembre potranno usufruire gratis del trasporto taxi per recarsi presso le proprie abitazioni ogni volta che devono recuperare oggetti personali o di qualsiasi altro tipo. Lo hanno deciso l’amministrazione comunale e la Cooperativa Radio Taxi che ha messo a disposizione anche un numero telefonico da contattare in caso di necessità. Le persone saranno accompagnate negli appartamenti da personale della Protezione civile e dai Vigili del Fuoco.