Coppie di fatto, Sicilia: stop a benefici e contributi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 gennaio 2014 16:30 | Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2014 16:31
Coppie di fatto, Sicilia: stop a benefici e contributi

Rosario Crocetta (Foto Lapresse)

PALERMO  –  Coppie di fatto, il commissario dello Stato boccia le agevolazioni e i contributi concessi dalla Regione Sicilia. Il commissario ha impugnato più di metà delle misure della manovra finanziaria approvata dall’Ars lo scorso 15 gennaio: 33 articoli su 50, di cui molti voluti con forza dal presidente Rosario Crocetta.

Tra le norme impugnate ci sono quelle che estendevano agevolazioni e benefici previsti per la famiglia tradizionale anche alle coppie di fatto e ai nuclei monoparentali, che avrebbero avuto anche gli stessi diritti in tema sanitario, il reddito minimo con un assegno previsto di 400 euro al mese per le famiglie povere con uno stanziamento di 15 milioni di euro, il recupero nei centri storici di edifici da assegnare agli indigenti e l’integrazione socio-sanitaria. Salvata, invece, la proroga e la stabilizzazione dei contratti dei 24 mila precari dei comuni siciliani.

A questo punto il governo si trova di fronte a due soluzioni: promulgare la finanziaria senza le parti impugnate (con un ordine del giorno da votare in aula) o andare allo scontro di fronte alla Corte costituzionale, pubblicando la legge in Gazzetta con le parti cassate dall’ufficio del commissario dello Stato.