Coronavirus, bozza dl: misure di contenimento prorogabili fino al 31 luglio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Marzo 2020 12:59 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2020 13:03
Coronavirus, Ansa

Coronavirus, bozza dl: misure di contenimento prorogabili fino al 31 luglio (foto Ansa)

ROMA – Le misure per il contenimento dei contagi da coronavirus previste nella bozza del dl che verrà esaminata oggi dal consiglio dei ministri saranno prorogabili fino al 31 luglio.

Le varie strette stabilite, dal divieto di lasciare la propria abitazioni perché in quarantena alla chiusura di ville e giardini, ecc., “possono – si legge nella bozza del dl – essere adottate per periodi predeterminati, ciascuno di durata non superiore a trenta giorni, reiterabili e modificabili anche più volte fino al 31 luglio 2020 e con possibilità di modularne l’applicazione in aumento ovvero in diminuzione secondo l’andamento epidemiologico del predetto virus”.

A spiegarlo e parlare delle prime indiscrezioni sulla bozza del dl che oggi, alle 14, verrà esaminato dal consiglio dei ministri, è l’Adnkronos.

Adnkronos che anticipa anche che nella bozza del dl sono previste multe più salate, da 500 a 4mila euro per chi non rispetta le misure, multe che fanno a sostituire l’ammenda di 206 euro prevista finora per i trasgressori. La confisca del veicolo, “da uno e tre mesi”, è stata al momento, spiega una fonte all’agenzia, depennata dal testo, “ma non è escluso che venga riconsiderata dal Cdm di oggi”.

Il ruolo del Prefetto.

Il Prefetto, secondo sempre alcune indiscrezioni questa volta riportate dall’Agi, informando preventivamente il ministro dell’Interno, assicura l’esecuzione delle misure avvalendosi delle Forze di polizia e, ove occorra, delle Forze armate, sentiti i competenti comandi territoriali. Al personale delle Forze armate impiegato, previo provvedimento del Prefetto competente, per assicurare l’esecuzione delle misure di contenimento” è “attribuita la qualifica di agente di pubblica sicurezza”.

Fonte: Agi, Adnkronos.