Coronavirus, Conte: “Massima attenzione per la Lombardia”. Fontana: “Stiamo finendo i posti in rianimazione”

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Marzo 2020 14:21 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2020 14:50
Coronavirus, Conte: "Massima attenzione per la Lombardia". Fontana: "Stiamo finendo i posti in rianimazione"

Coronavirus, Conte: “Massima attenzione per la Lombardia”. Fontana: “Stiamo finendo i posti in rianimazione” (Foto Ansa)

ROMA – “C’è massima attenzione per la Lombardia”, assicura il premier Giuseppe Conte dopo l’allarme lanciato dal governatore Attilio Fontana che in una intervista al quotidiano la Repubblica aveva accusato Roma di “non capire” la gravità della situazione. “Stiamo finendo i posti letto in rianimazione”, ha ribadito poi a SkyTg24, spiegando che mancano i respiratori. 

Allarme condiviso anche dal suo assessore al Welfare, Giulio Gallera, che ieri ha detto: “Sono almeno 7 giorni che arriviamo a fine serata solo con 15 letti liberi in terapia intensiva. C’è un limite che è soprattutto quello dei respiratori”. Tanto che la Regione ha fatto una scelta drastica: ha convocato Guido Bertolaso come “consulente personale” del presidente Fontana, per la realizzazione dell’ospedale dedicato ai pazienti Covid-19 nei padiglioni della Fiera di Milano.

Intanto il premier Conte conferma gli sforzi del governo per l’approvvigionamento di mascherine. Dopo che sempre ieri si è consumata l’ennesima polemica, proprio sulle mascherine fornite dalla Protezione Civile alla Lombardia. Mascherine che l’assessore Gallera ha reputato inadatte, non esitando a definirle “carta igienica”.

“La nostra priorità – ha detto oggi Conte – è far lavorare in sicurezza medici, infermieri e tutto il personale sanitario che con coraggio e spirito di abnegazione si sta prodigando per la cura dei cittadini, dedicandosi a questa emergenza sanitaria senza risparmiare energie”.

“Come governo – ha aggiunto – siamo strenuamente impegnati, e io stesso attraverso contatti con i miei omologhi, per procurare in tempi brevissimi i dispositivi di protezione che consentano loro di lavorare in massima sicurezza. C’è massima attenzione per la situazione in Lombardia”.

“Confido nel grande senso di responsabilità mostrato finora da tutti i sindaci italiani e da tutti i presidenti di Regione, ne usciremo solo con un alto senso dello Stato” auspica poi il ministro delle Autonomie Francesco Boccia a proposito delle polemiche con alcune Regioni, in particolare la Lombardia.

Consip ordina 3.800 ventilatori 30 milioni di mascherine

Consip ha già ordinato 3.800 ventilatori polmonari, 30 milioni di mascherine chirurgiche e 390 mila tamponi per far fronte all’emergenza coronavirus: lo spiega la stessa centrale di acquisti per le forniture della Pubblica amministrazione in un comunicato.

Dei 3.800 ventilatori polmonari ordinati, i primi 329 sono con consegna a 3-7 giorni e oltre 3.500 a 15-45 giorni. Inoltre sono stati resi disponibili in pronta consegna ulteriori 300 ventilatori polmonari, individuando l’azienda Siare Engineering di Bologna, che ha perfezionato un apposito accordo con la Protezione Civile.

Sono state inoltre contrattualizzate forniture per oltre 30 milioni di mascherine chirurgiche, più di 7milioni di guanti e oltre 13 milioni di tute, camici, calzari, cuffie e camici, ancora da assegnare da parte di Protezione Civile. Sono state contrattualizzate forniture per oltre 390mila tamponi rinofaringei e più di 260 kit diagnostici corrispondenti a oltre 67mila test.

Fonte: Ansa