Coronavirus, Conte: “Ho fatto il tampone, è negativo”. E sul rinvio delle regionali…

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 Marzo 2020 8:30 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2020 8:30
Coronavirus, Conte: "Ho fatto il tampone, è negativo". E sul rinvio delle regionali...

Coronavirus, Conte (nella foto Ansa): “Ho fatto il tampone, è negativo”

ROMA – “Ho fatto il tampone, è negativo”. Lo assicura il premier Giuseppe Conte in una intervista a Repubblica sull’emergenza coronavirus. “I miei medici – ha assicurato – sono premurosi. Mi seguono con attenzione e ho piena fiducia in loro”. 

Agli italiani che si domandano quando usciremo dal buio, Conte risponde: “Voglio essere onesto e chiaro, come sempre: adesso è difficile fare previsioni, perché siamo di fronte ad un virus nuovo con un tasso di virulenza che ancora stiamo sperimentando. Il governo coordina con la massima intensità e concentrazione la macchina organizzativa”.

“Due sono gli obiettivi da raggiungere – spiega – contenere la diffusione del virus e potenziare le strutture sanitarie perché possano reggere a questa sfida. Siamo un paese forte”, aggiunge.

“Continuiamo ad agire seguendo la linea della massima precauzione e della proporzionalità delle misure messe in campo rispetto all’evolversi della situazione”. Quindi lancia un appello: “Ma la vera differenza ora la devono fare tutti i cittadini. Faccio un appello a tutti gli italiani: dobbiamo fidarci degli scienziati, manteniamo la distanza di un metro, evitiamo baci, abbracci, strette di mano, rispettiamo le altre regole. Per parte nostra, con il decreto-legge approvato venerdì sera abbiamo predisposto un piano straordinario per rinforzare il personale medico e infermieristico, mentre con altre iniziative ci siamo garantiti alcune linee produttive, qui in Italia, per disporre di attrezzature specialistiche per terapia intensiva e sub-intensiva”.

“Seguiamo le regole e l’Italia si rialzerà”, afferma. Un rinvio delle elezioni regionali per via dell’emergenza coronavirus “per ora non è contemplato” conclude il premier. “Il referendum costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari è stato rinviato sine die. 

Fonte: Repubblica