Coronavirus, Conte: “Vacanze in Italia. Prudenza sulle aperture il 27 aprile”

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Aprile 2020 5:00 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2020 0:51
Coronavirus, Conte: "Vacanze in Italia. Prudenza sulle aperture il 27 aprile"

Coronavirus, Conte (nella foto Ansa): “Vacanze in Italia. Prudenza sulle aperture il 27 aprile”

ROMA  –  Vacanze in Italia: questo il senso della campagna che il governo lancerà in vista della prossima estate. Lo ha spiegato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ai rappresentanti degli enti locali riuniti mercoledì sera nella cabina di regia.

Vista l’emergenza coronavirus, come annunciato dal ministro Dario Franceschini, la prossima estate sarà “italiana” e misure per favorire il turismo nel nostro Paese saranno inserite anche nel decreto di aprile.  

“Nelle prossime riunioni affronteremo meglio anche il tema dei ristoranti, dei bar e tutto il comparto del turismo che è uno dei settori più importanti”, ha chiarito Conte all’incontro della cabina di regia alla quale hanno preso parte le Regioni e i Comuni.  

Sulle aperture anticipate il 27 aprile (solo delle attività in condizioni di rispettare i protocolli di sicurezza) si potrebbe essere anche pronti ma serve fare una riflessione: l’obiettivo è chiudere la fase 1 “in maniera armonica”, ha spiegato Conte. 

Il premier avrebbe invitato alla prudenza su eventuali aperture anticipate. Richiesta che sarebbe stata sollecitata in particolare dal presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini.

Nel corso della riunione è stato spiegato come nessuna decisione è stata al momento presa sulle aperture dei parchi mentre da Roberto Pella e Virginia Raggi, membri della delegazione dei Comuni, e dal presidente dell’Upi Michele De Pascale sarebbe arrivata la sollecitazione ad usare il “modello Ponte Morandi” per i cantieri.  (Fonti: Ansa, Agi)