Coronavirus, decreto Conte: lavarsi le mani, niente dita nel naso, no antibiotici né contatti fisici

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Marzo 2020 10:45 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2020 12:48
Coronavirus, decreto Conte: le misure igienico-sanitarie. Lavarsi le mani, no antibiotici, no contatti fisici

Coronavirus, decreto Conte: le misure igienico-sanitarie. Lavarsi le mani, no antibiotici, no contatti fisici (Nella foto Ansa, il premier Conte)

ROMA  –  Lavarsi spesso le mani, mantenere almeno un metro di distanza, evitare abbracci e strette di mano: le misure igienico-sanitarie per arginare la diffusione del coronavirus (o Covid-19) di cui si è tanto parlato nei giorni scorsi sono entrate nel decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 9 marzo (dpcm Dpcm 9 marzo 2020), contenute nell’allegato del decreto. Eccole. 

Misure igienico-sanitarie: 

a)  lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre,  supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono  di infezioni respiratorie acute; 

c) evitare abbracci e strette di mano

d)  mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro; 

e) igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie); 

f)  evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva; 

g) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; 

h) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce; 

i) non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico; 

l) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol; 

m) usare la mascherina solo se si sospetta di essere  malati  o se si presta assistenza a persone malate.