Coronavirus, anche il Piemonte chiude i centri commerciali nel weekend. A Torino stop alla movida

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 Ottobre 2020 16:47 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2020 19:44
Covid, in Piemonte i medici ospedalieri chiedono il lockdown. Cirio dice no

Covid, in Piemonte i medici ospedalieri chiedono il lockdown. Cirio dice no (Foto Ansa)

Per fermare i contagi di coronavirus limitando gli assembramenti anche il Piemonte chiude i centri commerciali nel weekend

Il Piemonte segue la Lombardia e chiude nel fine settimana i centri commerciali. Lo rende noto il governatore Alberto Cirio.

“Entro questa sera firmerò una ordinanza che chiude i centri commerciali non alimentari su tutto il territorio regionale”, ha annunciato ai microfoni della trasmissione Tagadà, su La7. “Teniamo aperti solo alimentari e farmacie, i generi di prima necessità”.  

La chiusura dei centri commerciali nel weekend è una “misura anti-assembramento molto forte”, sostiene il governatore Cirio, convinto di avere messo in campo in Piemonte “misure di grande rigore”, perché “quando si è prudenti non si sbaglia mai”.

Al riguardo, Cirio ricorda che la Regione ha già disposto la chiusura di tutte le attività a mezzanotte. “Non è come il coprifuoco lombardo, dove non si può uscire di casa, ma che tutte le attività sono chiuse da mezzanotte, orario che abbiamo difeso perché sono attività che si sono fatte in quattro per essere in regola. Ci sono più rischi di assembramento nei centri commerciali”. 

Stretta sulla movida a Torino

La sindaca di Torino, Appendino, ha anche annunciato una stretta sulla movida a Torino, a partire dalle zone considerate più critiche.

Appendino firmerà domani l’ordinanza relativa allo stop della movida dalle 21 a partire da piazza Santa Gulia, via Matteo Pescatore e piazza Montanaro.

“Iniziamo con queste aree – spiega la prima cittadina – valutando man mano la situazione per tarare al meglio i provvedimenti ed estenderli eventualmente ad altre zone”.

La sindaca ha annunciato anche, prima dell’ordinanza, ulteriori approfondimenti con la ministra degli Interni Luciana Lamorgese, i presidenti di Circoscrizione e le associazioni di categoria.  

I contagi in Piemonte

Intanto gli ultimi dati diffusi lunedì sui contagi di coronavirus in Piemonte hanno segnato un piccolo rallentamento, con un numero di tamponi simile a quello di domenica.

L’aumento dei positivi è stato di di 933 (a fronte del +1123 di domenica), con 9564 esiti dei test (contro 9721 di 24 ore prima).

Sale a 61, con un incremento di 6 pazienti, il numero dei ricoverati in terapia intensiva. Negli altri reparti l’incremento è di 103 ricoveri, il totale arriva a 883.

Ci sono stati 5decessi, 71 pazienti guariti e 734 ‘in via di guarigione’. (Fonte: Ansa)