Coronavirus, Zaia vuole riaprire prima del 4 maggio: “Dovremmo essere tutti pronti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Aprile 2020 14:39 | Ultimo aggiornamento: 16 Aprile 2020 14:39
Coronavirus Zaia: Riapertura dal 4 maggio, ma pronti già prima

Coronavirus Zaia: Riapertura dal 4 maggio, ma pronti già prima (Foto archivio ANSA)

ROMA – Il Veneto si prepara a riaprire le attività non essenziali dopo il lockdown per l’emergenza coronavirus e il governatore Luca Zaia spiega che dal 4 maggio tutto dovrebbe essere pronto per riaprire, forse anche prima. Le parole di Zaia arrivano dal commento delle dichiarazioni di Attilio Fontana, governatore della Lombardia, che il 15 aprile annuncia le mosse da seguire per la riapertura della Regione.

Nel corso della conferenza stampa nella sede della Protezione civile di Marghera, ha dichiarato: “Io immagino che dal 4 maggio dovremmo essere tutti pronti con dispositivi e regole negoziate con parti sociali e datori di lavoro per aprire. A me risulta che questo lavoro lo si stia già facendo a livello nazionale. Anzi, non escluso che alcune attività potrebbero essere messe in griglia di partenza anche un po’ prima, ma immagino che la dead line sarà il 4 maggio”.

Zaia ha poi proseguito: “La valutazione del presidente Fontana è legittima alla luce di una serie di provvedimenti. Al di là delle nostre posizioni ci sono poi ad ombrello le dotazioni di minima che verranno stabilite a livello nazionale e da lì potremmo solo migliorare ulteriormente le misure a tutela della salute aggiungendo nuove misure. Il vero tema è decidere se chiudere tutto e morire in attesa che il virus se ne vada o aprire e convivere perché oltre ad un certo limite non è più sostenibile”. (Fonte: AGI)