Coronavirus, Zingaretti all’attacco di Salvini: “Scellerati tolgono mascherina per farsi pubblicità”. Lui risponde dal Papeete

di Daniela Lauria
Pubblicato il 1 Agosto 2020 15:29 | Ultimo aggiornamento: 1 Agosto 2020 15:29
Coronavirus, Zingaretti all'attacco di Salvini: "Scellerati tolgono mascherina per farsi pubblicità". La risposta dal Papeete

Coronavirus, Zingaretti all’attacco di Salvini: “Scellerati tolgono mascherina per farsi pubblicità”. Lui risponde dal Papeete

Nicola Zingaretti all’attacco di Matteo Salvini per l’uso della mascherina. Lui replica dal Papeete.

“Ci sono scellerati che per farsi pubblicità si tolgono la mascherina”. Così Nicola Zingaretti parte all’attacco di Matteo Salvini che lunedì scorso si è presentato in Senato, al convegno di negazionisti, senza mascherina.

Il segretario del Pd lo fa in una intervista a Fanpage. “Il tema oggi è non far rialzare la curva. E quindi continuare a dire a tutti, contro gli scellerati che per farsi pubblicità si tolgono la mascherina, che ci sono tre cose semplici che bisogna fare: mascherina, distanza di sicurezza e igiene delle mani”.

Su Facebook Zingaretti ribadisce anche il concetto postando una foto di inizio Novecento, quando era in corso l’epidemia di spagnola che fece milioni di morti.

Nel corso dell’intervista Zingaretti parla anche dell’emergenza migranti. “Il famoso memorandum con la Libia – afferma – va riscritto e il Partito democratico ha anche chiesto che questo venga fatto in breve tempo. Ma io credo una cosa: quando in Paese c’è un tema di diritti umani, andarsene via facendo finta che così si risolve il problema è sempre sbagliato”.

“L’atteggiamento che bisogna casomai avere è spingere la comunità internazionale, l’Europa, a essere ancora più protagonisti per condizionare quello che sta accadendo in quel Paese”.

“La nostra filosofia è questa: nessuna arrendevolezza o occhi chiusi. Anzi, spingere l’Europa a promuovere corridoi umanitari, quote di accoglienza, chiamare l’Onu”,  prosegue.

“Anche rispetto a quanto accaduto nei giorni scorsi, quando si è sparato a dei migranti serve una commissione d’inchiesta indipendente. Ma tutto questo richiede protagonismo”.

Matteo Salvini, la risposta dal Papeete.

Non tarda ad arrivare la replica di Salvini che dalla spiaggia del Papeete Beach di Milano Marittima liquida così le domande dei cronisti. “Non ho tempo da perdere con Zingaretti”. 

“Zingaretti – aggiunge – farebbe bene a non fare battute sulle mascherine. Ci sono scellerati che usano soldi pubblici per comprare mascherine fantasma e infatti sono in fondo alle classifiche di gradimento dei cittadini…”

Il riferimento, lo spiega il capogruppo della Lega in Senato, Massimiliano Romeo. “È impressionante leggere sui giornali delle paternali da parte di chi, in piena emergenza Covid, organizzava pericolosi aperitivi sui Navigli per lanciare hashtag anti-panico”.

“Zingaretti – aggiunge – si occupi di fare chiarezza sulla vicenda di cui si sente sempre meno parlare: nella Regione da lui governata c’è un buco da milioni di euro per delle mascherine destinate alla gestione dell’emergenza che si sono volatilizzate nel nulla. I cittadini meriterebbero spiegazioni”. (Fonti: Fanpage, Ansa).