Corte Costituzionale, Gasparri: “Garanzie su Csm o non votiamo candidato Pd”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 settembre 2014 11:43 | Ultimo aggiornamento: 13 settembre 2014 11:43
Maurizio Gasparri (LaPresse)

Maurizio Gasparri (LaPresse)

ROMA – “Su Corte costituzionale e Csm bisogna dire tutta la verità, altrimenti si parla solo delle vicende di Forza Italia. Il primo e più grande punto di caos è il Pd. Da sempre è dovere di chi ha i numeri maggiori garantire il pluralismo delle scelte. Altrimenti sarebbe impossibile per chiunque raggiungere gli elevati quorum per essere eletti al Csm o alla Consulta. E il Pd non agisce correttamente”.

Lo afferma Maurizio Gasparri di Forza Italia. “Se per la Corte – spiega – può invocare un’oggettiva maggiore confusione, nel caso del Csm non può dire così. Forza Italia ha fatto fin dal primo momento le sue indicazioni chiare, le ha supportate, mentre non tutto il Pd lo ha fatto. L’area di maggioranza di governo ha infatti eletto tre membri, anche con i voti di Forza Italia, ma non è accaduto il contrario”.

“O il Pd dimostra di rispettare le indicazioni che verranno da Forza Italia – sottolinea il senatore – che certo deve essere chiara, sostenendole con tutti i voti necessari, oppure noi dobbiamo palesemente non votare il candidato Pd alla Corte, chiunque sia”. “È questione di metodo prima che di nomi. E il Pd non segue un metodo corretto”, conclude Gasparri..