Corte Costituzionale, voto giudici a vuoto: era il 28esimo

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Dicembre 2015 18:13 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2015 18:13
Corte Costituzionale, voto giudici a vuoto: era il 28esimo

Corte Costituzionale, voto giudici a vuoto: era il 28esimo

ROMA – Neanche la 28esima seduta è servita a nominare i tre giudici della Corte Costituzionale. Fumata nera, infatti, nella votazione del Parlamento riunito in seduta comune per l’elezione dei tre giudici: nessuno ha raggiunto il quorum richiesto di 571 voti e quindi servirà una nuova votazione: la 29esima.

Augusto Barbera si è fermato a quota 545 voti, Francesco Paolo Sisto a 527 e Giovanni Pitruzzella a 470. Tutti sotto il quorum di 571 voti. Franco Modugno ha avuto 156 voti, Gaetano Piepoli 82, Felice Besostri 8 e Massimo Luciani 7.

Sono stati 871 i voti espressi martedì per l’elezione dei tre giudici di nomina parlamentare. Il numero dei votanti è sceso di 6 unità rispetto al precedente scrutinio. In totale, tra deputati e senatori, gli aventi diritto al voto sono 951 parlamentari. Non hanno partecipato al voto 10 deputati del gruppo Sel-Si, tra i quali D’Attorre, Fratoianni, Palazzotto mentre per la Lega hanno votato tutti i deputati, tranne Caparini in missione, e tutti i senatori, tranne Volpi. Del Misto non ha partecipato al voto Civati con gli ex M5s Artini e Bechis e neppure Bruno e Roccella. Inoltre, non hanno partecipato al voto 9 deputati e 5 senatori M5s.

“Abbiamo inviato ai presidenti delle Camere una raccolta di firme perché da domani alle 19 il Parlamento in seduta comune sia riunito ad oltranza, compresi sabato e domenica”. Lo ha annunciato ai cronisti in Transatlantico a Montecitorio Rocco Palese, dopo che si è saputo della ennesima fumata nera per la Consulta.  “Mi vergogno ad uscire fuori e dire che non riusciamo ad eleggere i giudici”, ha concluso.