Divieto di cortei a Roma: Sel ricorre al Tar

Pubblicato il 18 ottobre 2011 15:00 | Ultimo aggiornamento: 18 ottobre 2011 15:03

ROMA – Sinistra ecologia e Liberta’ ricorrera’ al Tar contro il divieto di svolgere cortei nel centro di Roma disposto dal sindaco Gianni Alemanno. Lo annuncia il capogruppo di Sel alla Regione Lazio Luigi Nieri. ”I diritti costituzionali non sono nella disponibilita’ del Sindaco. Ricorreremo al Tar”, ha detto Nieri.

Secondo Nieri, ”non spetta al sindaco il compito di vietare i cortei e di imporre limitazioni al diritto di manifestare. Lo confermano le recenti pronunce della Corte Costituzionale che hanno limitato i poteri di ordinanza del sindaco. In ogni caso, il provvedimento nasce da una mancata ponderazione degli interessi costituzionali in gioco e, oltre che immotivato, e’ viziato da un eccesso di potere. I diritti costituzionali non sono nella disponibilita’ del Sindaco. Alemanno non puo’ creare uno stato d’eccezione alla Costituzione. Per questo ricorreremo al Tar contro la sua ordinanza”.

”Alemanno – prosegue – sta cercando, in modo volgare e tipico della sua storia politica, di strumentalizzare i fatti di sabato, per crearsi un consenso intorno ad un’idea reazionaria di potere. D’altronde si tratta dell’unico modo che il Sindaco ha per distogliere l’attenzione dai suoi fallimenti e dai risultati disastrosi della sua amministrazione”. ”Non e’ possibile, inoltre, evocare nuove leggi a ogni occasione. Non si deve legiferare mai sull’onda dell’emotivita’. Non deve mai venire meno il rispetto delle garanzie costituzionali. Cio’ vale anche per chi intende proporre l’estensione della legge Reale. Una norma che ha prodotto negli anni numerose ingiustizie”.