Decentramento, Cota: “Un ministero anche a Torino”

Pubblicato il 23 Maggio 2011 11:15 | Ultimo aggiornamento: 23 Maggio 2011 11:16

Roberto Cota (foto La Presse)

TORINO – Pdl e Lega si stanno scannando sulla storia del decentramento dei ministeri e Roberto Cota dice: portate un ministero anche a Torino. Uno a caso? No, o quello del Lavoro o quello dell’Industria.

“Il decentramento amministrativo – spiega Cota in un’intervista alla ‘Stampa’ – cioè il passaggio successivo del federalismo fiscale deve valere per le città più importanti: Torino, Milano, Firenze, Napoli”. Cota rifiuta l’accusa che questa dei Ministeri decentrati sia un escamotage elettorale: ”La Lega non fa spot – risponde – Bossi non parla a vanvera e spesso ha dimostrato di saper vedere piu’ lontano degli altri; tutto quello che dice è funzionale ad un progetto”.

A Cota non spaventano le polemiche di queste ultime ore e la querelle tra Lega e Pdl: una volta finite ”scopriremo che sarà un vantaggio anche per la capitale, messa in condizione di avere uno sviluppo più organico”. Per quanto riguarda Torino ”la presenza di un ministero – osserva Cota – rappresenterebbe un volano economico, non risolutivo ma importante”. Sulla tempistica Cota non ha dubbi: deve essere ”la più veloce possibile”.