Cota: “No Tav finanziati da chi ostacola lo sviluppo”

Pubblicato il 2 Marzo 2012 9:46 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2012 9:50

TORINO – Per Roberto Cota, presidente della Regione Piemonte, e' qualcuno ''contrario allo sviluppo del Piemonte'' a finanziare il movimento No Tav.

''Vedo – ha detto stamani intervenendo a Radio24 – che la stragrande maggioranza delle persone che fa queste proteste non e' della valle di Susa e ha tanti soldi a disposizione. La Tav – ha aggiunto – da' una prospettiva di sviluppo alla valle di Susa. Puo' essere che ci sia qualcuno contrario allo sviluppo del Piemonte e della valle che evidentemente finanzia il movimento No Tav. Ci sono gruppi di potere contrari al nostro territorio che possono avere un qualche interesse a dare un'immagine negativa''. Per Cota, pero', non si tratterebbe di soggetti politici: ''C'e' ambiguita' da parte di alcuni di loro – ha sostenuto – ma andrei a cercare altrove''.

Secondo Cota, la ferrovia Torino-Lione va fatta ''perche' non siamo il Paese delle banane, in cui si discute per dieci anni e poi non si fa niente''. ''Abbiamo dialogato per dieci anni – ha argomentato – e non e' che scopriamo oggi che bisogna fare la Tav. L'Osservatorio ha portato a un cambiamento del tracciato, ma oggi si utilizza il termine 'dialogo' strumentalmente – ha concluso – solo per dire che l'opera non si deve fare''.