Cota: “In Piemonte la sinistra prepara un golpe”

Pubblicato il 25 Giugno 2010 8:52 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2010 12:20

Se venisse spodestato dalla sentenza del Tar che si deve pronunciare sui ricorsi contro tre liste a lui collegate, ”sarebbe un colpo di Stato”.

Così il governatore del Piemonte, Roberto Cota commenta la possibilità che venga ribaltato l’esito delle elezioni regionali. I ricorsi contestano presunte irregolarità nella presentazione di alcune candidature: ”Parliamo di nomi – precisa Cota – che hanno raccolto 2 voti di preferenza, non di migliaia di suffragi. Roba da film, nulla di cui preoccuparmi”, afferma il presidente regionale.

Ma una preoccupazione ora ce l’ha, almeno da quando ”qualcuno ha cominciato a dirmi che dovevo preoccuparmi perché dietro ai ricorsi c’era una manovra orchestrata per rifare le elezioni. Poi è montata un’assurda campagna giornalistica contro di me”. Secondo Cota, la presidente uscente, Mercedes Bresso ”dà interviste a raffica, in cui si dice certa che il Tar annullerà tutto entro luglio. Come se lei avesse parlato con i giudici o fosse in camera di consiglio con loro”.