Cota: “Su Cosentino decisione della Lega unanime, non a cuor leggero”

Pubblicato il 11 Gennaio 2012 10:15 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2012 10:41

TORINO – ''Queste sono decisioni che non si prendono mai a cuor leggero'': lo ha detto il Presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, segretario della Lega Nord Piemonte, commentando la decisione del Carroccio di votare, nella Giunta per le Autorizzazioni della Camera, a favore dell'arresto di Nicola Cosentino.

''E' stata fatta una valutazione all'unanimità all'interno della segreteria politica – ha spiegato Cota nel corso della trasmissione 'La telefonata' su Canale 5 – ed e' stata valutato che non esiste il fumus persecutionis in questo caso, cioe' un intento persecutorio evidente. Questo – ha sottolineato Cota – prescinde poi da quello che sara' il giudizio del giudice al momento opportuno'' Per quanto riguarda i rapporti fra Lega e Pdl e l'ipotesi di rottura definitiva fra i due partiti in seguito al voto su Cosentino, Cota ha sottolineato che ''in questa fase non esiste un vincolo di maggioranza perche' – ha spiegato – il Pdl sostiene, insieme al Pd, il Governo Monti e la Lega e' all'opposizione''.

Per quanto riguarda, invece, eventuali alleanze in vista di future elezioni, Cota ha detto che ''sono cose che si vedranno al momento opportuno. Le vedranno Bossi e Berlusconi'', ha concluso.