Crisi, Formigoni: “Federalismo vero e meno tasse”

Pubblicato il 9 Febbraio 2011 10:50 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2011 10:51

Roberto Formigoni

ROMA – ”Vogliamo una manovra economica che sia una vera frustata per l’economia, vogliamo pagare meno tasse e vogliamo un federalismo vero”. Intervistato dal Corriere della Sera, il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni lancia questo appello al governo, denunciando: ”In Italia più sei produttivo e meno sei tutelato”.

Il governatore lombardo si dice ”preoccupato” dai nuovi dati Istat ”che segnalano, per la prima volta a partire dal 1995, la diminuzione del reddito disponibile per le famiglie. Anche perche’ – dice -, come al solito, le regioni del Nord, e in particolare la Lombardia e il Piemonte, sono le più colpite”. Si tratta, aggiunge, ”di una crisi doppiamente malvagia perché morde maggiormente sulle regioni piu’ avanzate e che producono di più, fanno più innovazione e fanno da traino all’intero sviluppo del Paese”.

Per ”paradosso” la crisi colpisce ”le regioni che hanno meno amministrazione pubblica e d’altra parte non si accanisce contro chi ha meno tagli, contro chi usa di più le risorse dello Stato, contro chi ha più amministrazione pubblica”.