Crisi, il pd Boccia: “Milano, Torino e Roma a rischio finanziario”

Pubblicato il 4 Settembre 2010 1:30 | Ultimo aggiornamento: 3 Settembre 2010 23:41

”Milano in testa, ma anche Torino, Roma, Firenze, Napoli e Messina, sono città ad altissimo rischio finanziario, per non parlare delle regioni dalla Lombardia con a seguito Piemonte, Lazio, Campania e Puglia”. Così Francesco Boccia, coordinatore delle Commissioni economiche del Pd alla Camera chiarisce, facendo i nomi di alcune città, i timori manifestati oggi anche in un articolo al Riformista.

Un monito attraverso il quale, sottolinea Boccia, ”chiedevamo come il Pd al governo di intervenire senza più tentennamenti”. ”Tremonti – aggiunge – rinnegando la sua creatura di inizio decennio (la finanza creativa) nel 2008 aveva solennemente dichiarato ‘sospendiamo l’uso dei derivati e garantiamo che entro un anno, con un regolamento, disciplineremo la materia’; quella dichiarazione si trasformò in legge entrando nel famoso 112 del 2008 (la manovra economica più imponente di questo governo) e da allora silenzio assoluto”.

”In queste ore – conclude il parlamentare del Pd – stanno trovando conferma molti nostri timori. Le principali città italiane rischiano il default e non vorremmo scoprirlo il giorno dopo”.