Csm, completata la composizione: ecco tutti i sedici membri

Pubblicato il 29 luglio 2010 20:47 | Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2010 21:44

Con l’elezione degli otto membri laici si è completata la composizione del nuovo Consiglio superiore della magistratura. I 16 componenti togati- che sono giudici di merito e di legittimità e pubblici ministeri- sono stati scelti all’esito delle votazioni che a inizio mese hanno visto recarsi alle urne 7400 magistrati e che hanno segnato la sconfitta di Magistratura Democratica, la corrente di sinistra delle toghe, che ha perso un seggio a vantaggio di un candidato ”indipendente”, il giudice di Venezia Paolo Corder.

Tutti gli altri gruppi hanno confermato invece lo stesso numero di consiglieri che avevano in precedenza. Il gruppo maggioritario è Unita per la Costituzione che ha sei eletti. Sono Riccardo Fuzio, sostituto pg in Cassazione; Mariano Sciacca, giudice al tribunale di Catania; Pina Casella, giudice a Napoli; Alberto Liguori, presidente del tribunale di sorveglianza di Catanzaro; Giovanna Di Rosa , giudice all’ufficio di sorveglianza di Milano e Paolo Auriemma, sostituto procuratore a Roma. Hanno invece tre consiglieri ciascuno gli altri gruppi. Gli eletti di Magistratura democratica sono Vittorio Borraccetti, procuratore uscente di Venezia; Francesco Cassano, consigliere presso la Corte d’appello di Bari e Francesco Vigorito, presidente di sezione al tribunale di Roma.

I consiglieri del Movimento per la Giustizia – che con Md aveva stretto un’alleanza elettorale- sono Nello Nappi,Paolo Carfì, consigliere presso la Corte d’appello di Milano e in passato gip di Mani Pulite e Roberto Rossi, il sostituto procuratore di Bari che si è occupato delle indagini sul ministro Fitto. I togati di Magistratura Indipendente, la corrente piu’ moderata, sono Tommaso Virga, presidente di sezione del tribunale di Palermo,Alessandro Pepe, giudice al tribunale di Napoli e Antonello Racanelli, sostituto procuratore a Roma.