D’Alema: Pd gestito con arroganza. Guerini: Renzi ha stravinto, fatevene ragione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Marzo 2015 14:19 | Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2015 17:41
D'Alema organizza la minoranza Pd: "Intransigenti contro Pd arrogante"

D’Alema organizza la minoranza Pd: “Intransigenti contro Pd arrogante”

ROMA – Unire tutte le minoranze Pd, farne una sola corrente che sia “intransigente” contro un partito “arrogante”. Massimo D’Alema prova a compattare e organizzare la minoranza Pd, finora poco efficace contro Renzi proprio perché disomogenea e disorganizzata. Finora l’ex premier era rimasto abbastanza ai margini ma ora decide di usare toni decisamente duri.

L’affondo è ovviamente diretto contro Matteo Renzi e la sua gestione del Pd definito un “partito a forte posizione personale e con un carico di arroganza”.

Parole per cui D’Alema riceve subito il plauso di Bersani (“parole sacrosante”) e una replica piccata dal presidente Pd, Matteo Orfini: “toni da rissa da bar”.

Ancora più dura la replica del vicesegretario Lorenzo Guerini: “Renzi ha stravinto il congresso e portato il Pd al 41% per cambiare l’Italia dove altri non sono riusciti, qualcuno se ne faccia una ragione”

D’Alema ha preso la parola all’assemblea delle minoranze Pd:

“Condivido l’idea di dare battaglia dentro Pd ma noi non dobbiamo fare gli iscritti alle correnti ma unirci per creare una grande associazione per il rinnovamento e la rinascita della sinistra che non sia un nuovo partito politico ma offra uno spazio di partecipazione” a chi non si riconosce nel Pd renziano

Per questo per parlare non solo agli iscritti del Pd D’Alema propone un’associazione della minoranza partendo dalla premessa che “non approvo il fatto che ci sia più di una minoranza”.

“Questa parte del Pd –  sostiene D’Alema – può avere peso se raggiunge un certo grande di unità nell’azione altrimenti non avrà alcun peso. Bisogna darsi degli strumenti in cui ci si riunisce si cerca punto di mediazione e si definisce una posizione comune”.

“Una componente minoritaria in un partito a forte posizione personale e con un carico di arroganza può avere peso solo se si muove con coerenza e, una volta definiti i punti invalicabili, si muove con assoluta intransigenza”.