Daniela Santanchè: “Gli zingari hanno il furto dentro, nell’animo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Marzo 2015 17:45 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2015 17:45

 

Daniela Santanchè: "Gli zingari hanno il furto dentro, nell'animo"

Daniela Santanchè: “Gli zingari hanno il furto dentro, nell’animo” (foto LaPresse)

ROMA – Gli “zingari hanno il furto nell’animo”. A dirlo è Daniela Santanché intervenendo nella trasmissione radiofonica La Zanzare su Radio 24.

“Rom? Io degli zingari ho paura, quando mi si avvicina una zingara penso che mi porti via il portafoglio o che mi rubi qualcosa. Non saranno tutti così ma zingari che rubano ce ne sono tantissimi – afferma – mentre di zingari che lavorano non ne ho visti. Nei campi rom ho visto di tutto, tutto quello che rubano agli italiani. I bambini piccoli li mettono sulle strade a rubare. Il furto ce l’hanno dentro, nell’animo, poi ci saranno anche quelli perbene ma io non li conosco”. 

Santanché, quindi, parla anche della sua storia con il giornalista Alessandro Sallusti. Esclude il matrimonio ma allo stesso tempo si definisce “gelosa e possessiva”:

“Sallusti reclama più tempo come tutti gli uomini, che vogliono le donne a disposizione, a stirare le camicie e a cucinare. Questo è il sogno di voi uomini. Dice che è meglio che io mi dedichi di più a lui – prosegue la Santanchè – ma io faccio tre lavori, politico, imprenditore e casalinga. Però a lui stiro anche le camicie, voglio gli uomini col collo e i polsini stirati molto bene, mi occupo anche del suo guardaroba”. E lo sposerebbe Sallusti, chiedono i conduttori?: “No, l’ho già fatto una volta a 20 anni, nella vita ci si sposa una volta”. Ma lei è gelosa di Sallusti?: “Molto. Sono possessiva, gelosa, rompipalle: se un uomo è mio, è mio e basta. Il mio uomo deve sentire la pressione, la presenza, sapere che sono incombente. E con Alessandro c’è ancora una grande passione fisica, una grande attrazione sessuale”.