Dario Franceschini: “Fiducia sulla manovra? Non serve. Mattarellum non risolve”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Novembre 2013 23:21 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2013 23:21
Dario Franceschini: "Fiducia sulla manovra? Non serve. Mattarellum non risolve"

Dario Franceschini: “Fiducia sulla manovra? Non serve. Mattarellum non risolve”

ROMA – Sulla legge di Stabilità “non serve la fiducia”. Quanto al Mattarellum, non gli sembra “un’idea geniale”. Dario Fanceschini, ospite a Otto e Mezzo, si dice certo che i 3 mila emendamenti presentati sulla manovra “caleranno” e il governo ha l’unico dovere di assicurarsi che i saldi restino invariati. Pertanto, “penso che non ci sia assolutamente la necessità” di mettere la fiducia sulla manovra.

Ma non ci sarà alcun compromesso. “Nessun baratto è possibile tra i principi dello Stato di diritto e un governo. Credo che il voto per la decadenza di Berlusconi rimarrà fissato per il 27 novembre, quando la legge di Stabilità sarà stata già votata. Non capisco proprio quindi cosa possa significare spostare questa votazione sulla decadenza di uno o due giorni”, ha aggiunto.

“Andiamo avanti con chi ci sta a portare avanti la missione” del governo che è uscire dalla crisi, riformare le istituzioni e completare il semestre europeo di presidenza dell’Ue, ha risposto in merito alla possibile spaccatura all’interno del Pdl. È in parlamento, ha aggiunto il ministro, che “andiamo avanti o cadiamo”.

Il ministro per i Rapporti col Parlamento si è poi soffermato sulla legge elettorale: “Non esiste – ha detto – che si riveda la legge elettorale con decreto. Sarebbe un precedente gravissimo. Letta ieri ha spiegato che dovrebbe essere il Parlamento a chiederlo ma ora il Parlamento sta lavorando”. Franceschini ha ricordato che per rivedere la legge”servono i numeri e il Pd non li ha avuti per fare un governo”.