De Vincenti: “Governo Monti contrario alla norma dirigista delle banche”

Pubblicato il 9 Marzo 2012 11:40 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2012 11:55

ROMA – Il governo e’ ”sempre stato contrario” alla norma sulle commissioni bancarie introdotta al Senato al dl liberalizzazioni, che considera ”sbagliata e di stampo dirigista”. Lo ha detto il sottosegretario allo Sviluppo Claudio De Vincenti in commissione Camera nell’ambito dell’esame del provvedimento.

De Vincenti ha evidenziato che, pero’, la norma e’ frutto della volonta’ del Parlamento che ”deve dunque essere lasciato libero di indicare le modalita’ attraverso cui essa possa essere eventualmente modificata”.

L’esecutivo, dunque, era contro, ha spiegato De Vincenti, ”tuttavia alla luce dell’ampia maggioranza che si era formata al Senato su tale proposta non ha ritenuto opportuno opporsi, per non turbare il clima di grande collaborazione tra forze politiche ed esecutivo” nel corso dell’esame.

De Vincenti ha ribadito, pero’, che il governo ha ”nel merito” una ”valutazione negativa sulla norma” che ”tuttavia corrisponde ad una precisa e chiara volonta’ del Parlamento, il quale deve dunque essere lasciato libero di indicare le modalita’ attraverso cui essa possa essere eventualmente modificata”.