Decreto sviluppo, Camera dà l’ok: 475 sì, 80 no e 9 astenuti

Pubblicato il 25 luglio 2012 12:15 | Ultimo aggiornamento: 25 luglio 2012 14:53
Decreto sviluppo, ok dalla Camera

(LaPresse)

ROMA – Il decreto sullo Sviluppo è stato approvato dalla Camera. I voti favorevoli alla fiducia al decreto del governo di Mario Monti sono stati 475, 80 i contrari e 9 gli astenuti. Il voto si è svolto la mattina del 25 luglio alla Camera e nel pomeriggio il decreto arriverà al Senato.

I quattro grandi capitoli del decreto riguardano infrastrutture, edilizia e trasporti il primo, imprese il secondo, ricerca scientifica e tecnologica e infine il turismo. Ad esso si sono aggiunti, nel corso dell’esame a Montecitorio, due ulteriori capitoli grazie ad emendamenti del governo e della maggioranza: misure per il terremoto in Emilia e per quello in Abruzzo, nonché le modifiche alla riforma del lavoro.

Ecco le principali misure del decreto Sviluppo:

PROJECT BOND – Regime fiscale agevolato per i titoli emessi per costruire infrastrutture: aliquota al 12,5%, anziché 20%.

INFRASTRUTTURE – Le defiscalizzazioni già previste per le società di project financing, sono estese a tutti i casi di partenariato pubblico-privato. Diventa obbligatoria la Conferenza di servizi preliminare per la finanza di progetto. Sale dal 50% al 60% la percentuale minima di lavori che i concessionari devono affidare a terzi. Arrivano 70 milioni per le infrastrutture dei porti, che avranno autonomia finanziaria.

EXPO 2015 – Accelerate le procedure per realizzare le opere. Finanziamento di 5 milioni alla Fabbrica del Duomo di Milano e istituzione della Fondazione Grande Brera.

ECOBONUS 55% – La detrazione Irpef del 55% per interventi di risparmio energetico degli edifici è prorogata al 30/6/2013.

RISTRUTTURAZIONI – Sale dal 36% al 50% la detrazione Irpef per le ristrutturazioni edilizie (limite sale a 96.000 euro).

SPORTELLO UNICO EDILIZIA –  Si rafforza lo sportello unico per l’Edilizia, che diventa l’unico canale cui rivolgersi per tutte le pratiche.

PIANO NAZIONALE CITTA’ –  224 milioni confluiscono nel Fondo per l’attuazione del Piano. Altri 68 milioni per il recupero di alloggi ex Iacp non assegnati.

AUTO ELETTRICA – Incentivi dai 3.000 a 5.000 euro per l’acquisto di un auto elettrica, e contributi per costruire le colonnine di ricarica. Saranno omologate le auto che da benzina o diesel diventano elettriche montando il kit.

AGENZIA ITALIA DIGITALE – Attuerà l’Agenda digitale, e cioè la diffusione delle tecnologie informatiche.

FONDO CRESCITA SOSTENIBILE – Vengono eliminati alcuni Fondi di incentivi alle imprese osboleti e nasce questo strumento volto a sostenere la green-economy e i settori innovativi.

CREDITO IMPOSTA – Per le assunzioni a tempo indeterminato di laureati in materie scientifiche sarà previsto un credito di imposta. Il contributo copre il 35% delle spese con un tetto di 200.000 euro per impresa. Perdono il beneficio le aziende che delocalizzano all’Estero.

CAMBIALI FINANZIARIE – Le imprese possono di emettere cambiali finanziarie e obbligazioni a condizione che sia assistita da uno sponsor, e che il bilancio sia assoggettato a revisione.

IVA PER CASSA – Viene elevata da 200mila a 2 milioni di euro la soglia di volume d’affari delle imprese che possono posticipare il pagamento dell’Iva all’atto di emettere fattura.

‘FILTRO’ PER APPELLO PROCESSI – In base alla norma sul ‘filtro’ per l’appello nel processo civile, l’impugnazione è dichiarata inammissibile dal giudice competente quando non ha una ragionevole probabilità di essere accolta.

FALLIMENTI – Modificata la legge consentendo il concordato con continuità aziendale, con prosecuzione dell’attività d’impresa.

FILTRO APPELLO PROCESSI – Nel processo civile l’impugnazione è dichiarata inammissibile dal giudice competente quando non ha una ragionevole probabilità di essere accolta.

RIGASIFICATORI – Concessione demaniale entro 150 giorni. Il governo interviene se la Regione non esprime il proprio parere.

CONTRATTO DI RETE – Alle imprese che formano un Contratto di rete, istituendo un fondo patrimoniale unico, è riconosciuta la possibilità di acquisire soggettività giuridica.

LAVORO – Modificata la recente riforma sulla flessibilità in entrata e sugli ammortizzatori sociali (mobilità fino al 2014).

IMPRESE SPETTACOLO – Gli organismi dello spettacolo dal vivo vengono assimilati alle Pmi, consentendo quindi di poter usufruire delle agevolazioni previste da questo settore.

NO TASSA COMUNALE PER I CINEMA – I cinema vengono esonerati dal pagamento dell’imposta comunale sulla pubblicità. SISTRI: L’entrata in vigore del Sistema sulla tracciabilità dei rifiuti è sospeso fino al 30 giugno 2013.

GIOVANI E GREEN ECONOMY – Finanziamenti alle imprese ‘verdi’ che assumono a tempo indeterminato giovani Under 35.

ALIMENTARE – Nuovo sistema di etichettatura contro le contraffazioni del Made in Italy.

RICERCA – Imprese, università ed enti di ricerca, potranno ottenere contributi a fondo perduto, crediti agevolati, crediti di imposta e agevolazioni fiscali.

TERREMOTO ABRUZZO – La gestione commissariale della ricostruzione dell’Abruzzo finisce il 31 agosto prossimo e dal 16 settembre inizierà la gestione ordinaria. I poteri passano ai Comuni. I fondi per la ricostruzione non saranno conteggiati ai fini del patto di stabilità interna.

TERREMOTO EMILIA – Assegnati 79 milioni per la ricostruzione o la messa in sicurezza dei capannoni industriali delle zone di Emilia, Veneto e Lombardia colpite dal sisma. Nel ‘cratere’ inseriti anche i comuni di Mantova e Ferrara e altri centri delle province di Ferrara, Mantova, Cremona e Rovigo.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other