Della Vedova: “Lega Nord? Sono come i maiali della Fattoria di Orwell”

Pubblicato il 6 Aprile 2012 10:57 | Ultimo aggiornamento: 6 Aprile 2012 11:21

ROMA – ”Non ho mai avuto ragioni di ostilita’ preconcette nei confronti della Lega: da radicale andai anche al Parlamento Padano per testimoniare il diritto della Lega di fare politica. Ma quello che sta succedendo, a mio parere, fa emergere due aspetti. Da un lato l’idea che una leadership e’ tale anche se coglie il momento giusto per l’avvicendamento: Bossi non l’ha colto e ha tirato la cinghia finche’ non si e’ spezzata. Dall’altro lato, e’ evidente che siamo all’ennesimo capitolo della Fattoria degli Animali di Orwell: i maiali fanno la rivoluzione ma poi, quando vanno al potere, sono peggio di quelli che c’erano prima”. Lo ha detto il capogruppo di Fli alla Camera, Benedetto Della Vedova, intervenendo oggi ai microfoni di Radio Anch’io.

”Infatti, al di la’ delle vicende giudiziarie – ha aggiunto Della Vedova – la cosa che mi ha colpito di piu’ e’ il fatto che Belsito, uomo senz’arte, fosse stato messo dalla Lega nel Consiglio di Amministrazione di Fincantieri, una azienda cruciale per Genova e per la Liguria: e’ proprio il paradosso della Lega che spartisce il potere nelle aziende pubbliche. Queste cose si pagano ed e’ giusto che si paghino. Insomma – ha sottolineato il capogruppo di Fli – tanta propaganda contro gli immigrati, toni altissimi contro i ‘complotti’ del governo Monti, solo per mascherare il fatto che sotto non c’e’ piu’ nulla se non la gestione del potere e del denaro. Cosi’, la Lega – ha concluso Della Vedova – ha tradito il nord”.