Deputati nel bagno della Camera, Bechis: “Erano sul lavandino e uno ha famiglia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 dicembre 2018 12:10 | Ultimo aggiornamento: 12 dicembre 2018 12:10
deputati bagno camera

Deputati nel bagno della Camera, Bechis: “Erano sul lavandino e uno ha famiglia”

ROMA – Il quotidiano Il Tempo è stato il primo ha riportare la notizia dei due deputati sorpresi in un bagno di Montecitorio a fare sesso. E ora è proprio il direttore della testata Franco Bechis a svelare in un’intervista al programma di Rai Radio1 “Un Giorno da Pecora” nuovi dettagli sull’identità dei due deputati e sulla vicenda.

Quello che già si sa è che si tratta di due deputati, uno della Lega e l’altra del Movimento 5 Stelle. Sempre secondo il quotidiano romano, il capogruppo pentastellato Francesco D’Uva avrebbe “inviato un sms ai suoi dai toni imperiosi, vietando a chiunque di parlare con i giornalisti della vicenda”.

Secondo le indiscrezioni i due parlamentari sorpresi e filmati di nascosto con un cellulare.

Nell’intervista dell’11 dicembre 2018 il direttore Franco Bechis ha raccontato alcuni particolari in più: “Lui è della Lega e lei dei 5S, sono stati così travolti da questa passione che non hanno controllato che il bagno fosse sgombro. E, in quel momento, nel bagno, c’era un loro collega”.

Alla domanda sull’identità del ‘testimone oculare’ il giornalista Franco Bechis ha risposto: “È un uomo della loro parte politica. Lui, uscendo dalla toilette, ha visto tutta la scena”.

“I due deputati sorpresi a fare sesso erano nell’antibagno, sul lavandino diciamo: non si sono trattenuti”.

Sul presunto video Bechis dice: “Ne ho sentito parlare ma io non l’ho visto”.

“A me hanno detto che uno dei due ha famiglia, è molto preoccupato anche perché avrebbe un figlio non troppo grande”.

Il conduttore radiofonico ha chiesto a Bechis se ha avuto modo di parlare direttamente con i due deputati coinvolti. “Ho parlato con entrambi. L’uomo aveva un certo timore e tremore, ha negato, svicolando, di essere lui, ma arrossendo e con un visibile imbarazzo”.

“Due bei ragazzi, mori e alti, entrambi travolti da un’insolita passione, tanto da non potere tergiversare rifugiandosi in un bagno del quarto piano, dove il rischio è altissimo perché c’è il continuo viavai delle commissioni”.

Secondo Il Tempo, poi, diversi parlamentari del PD avrebbero risposto così a chi desiderava sapere ulteriori dettagli: “Chiedete ad Alessia Morani, lei sa ogni particolare”.