Politica Italia

Di Maio cancella confronto tv con Renzi: “Non sarà lui candidato premier”

di-maio-renzi

Di Maio cancella il confronto tv con Renzi: “Non sarà il candidato premier”

ROMA – Di Maio cancella il confronto tv con Renzi: “Non è lui il competitor”. In poche parole il candidato premier M5S non accetta di confrontarsi in tv con Renzi in quanto quest’ultimo non sarà il candidato premier del centrosinistra. Salta quindi il confronto previsto per domani sera su La7, al posto di Di Maio andrà Di Battista, ma non per un confronto con Renzi. “Avevo chiesto il confronto con Renzi qualche giorno fa, quando lui era il candidato premier di quella parte politica – spiega Di Maio – Il terremoto del voto in Sicilia ha completamente cambiato questa prospettiva. Mi confronterò con la persona che sarà indicata come candidato premier da quel partito o quella coalizione”.

“Il Pd è politicamente defunto. Il nostro competitor non è più Renzi o il Pd“, aggiunge ricordando come “a breve ci sarà una direzione del Pd dove il suo ruolo sarà messo in discussione”. “A quello che leggo oggi sui giornali in interviste di esponenti Pd, non sappiamo neanche se Renzi sarà il candidato premier del centrosinistra. Il nostro competitor non è più Renzi o il Pd. Combattiamo contro l’indifferenza che genera l’astensione”, spiega Di Maio.

“E’ talmente ridicolo che ogni commento rovinerebbe questa commedia”, commenta la decisione di Di Maio Matteo Richetti, portavoce del Pd.

“Siamo la prima forza politica del Paese e abbiamo tenuto testa alla grande all’accozzaglia del centrodestra e superato ampiamente quella che sarebbe formata da centro sinistra e sinistra secondo le proiezioni attuali”, scrive poi su Facebook Luigi Di Maio alla luce dei primi risultati dello scrutinio alle Regionali in Sicilia. “A neutralizzare il Rosatellum sarà il voto dei cittadini. Possono andare contro la Costituzione, ma non contro il voto dei cittadini. Siamo l’unica vera grande forza politica del Paese”, aggiunge.

Di Maio rinuncia al confronto tv con Renzi? “Non credo che sia particolarmente felice”. Enrico Mentana, direttore del Tg la7 risponde così all’Ansa. “Premetto che so che qualsiasi cosa io dica in questo momento può sembrare una reazione al fatto che La7 ha perso la possibilità di ospitare il confronto – dice – Ma io so che direi le stesse parole anche se il confronto fosse stato cancellato da un altra rete. Non e’ cosi che si fa in generale”.

To Top