Di Maio ministro degli Esteri, Sgarbi: “Allora io posso scrivere in cinese”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Settembre 2019 12:21 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2019 12:21
Di Maio ministro degli Esteri, Sgarbi: "Allora io posso scrivere in cinese"

Il tweet di Vittorio Sgarbi

ROMA – Vittorio Sgarbi sulla sua pagina Twitter ironizza sull’arrivo di Luigi Di Maio al Ministero degli Esteri. E lo fa con un post in lingua cinese. Questa l’ultima trovata social del critico d’arte che scrive: “Se ‘il Luigi Di Maio’ è ministro degli Esteri, io posso scrivere in cinese!” e poi in allegato la possibilità di vedere tradotta la frase. 

Il pensiero di Sgarbi ha subito generato tantissimi commenti: “Professore mi fai morire!”. E ancora: “Satira sana e intelligente”. “Da ridere per non piangere”. “Potevi scrivere anche in italiano avrebbe avuto le stesse difficoltà a comprendere!”.

Qualche giorno fa Vittorio Sgarbi aveva pubblicato un tweet con delle capre scrivendo: “Una prima foto del nuovo Governo al completo”. “Voterò la fiducia per vedere il loro declino”. Intervistato dalla Zanzara su Radio 24, nel commentare i soggetti del nuovo governo, usa queste parole: “Ricordatevi: dove c’è disordine ed ignoranza, io prospero. Hanno fatto ministro la Dadone, una grillina spaesata di Cuneo dove i 5 Stelle hanno il 3 per cento e non sanno nemmeno che è in Parlamento;  Di Maio agli Esteri è come Alberto Sordi alla Biennale in un famoso film , sublime. Non si capisce, uno agli Esteri che è uscito si è no due volte da Pomigliano nella sua vita. Non è mai stato alla Biennale a Parigi, né a Monaco, non sa niente; agli Interni c’è il capo di gabinetto di Alfano, meraviglioso, una bravissima prefetta. Quindi Alfano al potere, siamo tornati ad Alfano, bellissimo”. (Fonte Facebook).