Politica Italia

Di Maio, no M5s a tavoli legge elettorale. Salvini: “Gentiloni fotocopia sfigata Renzi”

Di Maio, no M5s a tavoli legge elettorale. Salvini: "Gentiloni fotocopia sfigata Renzi"

Luigi Di Maio (Ansa)

ROMA – “La prossima legge elettorale fatta da un Parlamento la dovrà fare un parlamento eletto dal popolo. L’idea di un tavolo sulla legge elettorale è finita. L’idea di aprire nuovamente il vaso di Pandora è solo una scusa per prender tempo, per arrivare fino al 2018″.

A dirlo è il vice presidente della Camera di M5s Luigi Di Maio a In mezz’ora su Raitre che ribadisce: “Proponiamo che la legge della Camera come esce dal vaglio della Consulta, si applichi anche al Senato su base regionale”.

Di Maio poi aggiunge che Renzi “fa i post malinconici da Pontassieve ci ha lasciato 55 miliardi di debito in più e 17 milioni di italiani sulla soglia di povertà. Renzi dovrebbe lasciare la politica per sempre”.

Matteo Salvini della Lega Nord conferma invece la manifestazione di piazza per il 17 e 18 dicembre prossimi: “Incredibile. Domenica scorsa 32 milioni di italiani hanno votato per scegliere la loro Costituzione e la maggioranza ha bocciato Renzi. Oggi il Pd, Mattarella e Napolitano si inventano il quarto Premier non eletto da nessuno, la fotocopia sfigata e inutile di Renzi. Questi ci prendono per il c..o! Noi non ci arrendiamo, daremo battaglia a questa cricca. #votosubito. Si sente puzza di marcio, il quarto presidente del consiglio non eletto sarebbe una vergogna. Confermiamo la presenza in 1.000 piazze italiane il prossimo weekend: #votosubito”.

To Top