Di Pietro: "Ristoranti pieni? Quelli in cui va Berlusconi"

Pubblicato il 4 Novembre 2011 19:14 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2011 19:29

ROMA – "E' grave che un presidente del Consiglio non abbia il polso dell'economia del Paese. L'unica spiegazione è che vuole negare l'evidenza, per non dover ammettere le sue responsabilità e la sua incapacità a guidare l'Italia. Forse i ristoranti che Berlusconi vede pieni sono quelli che frequenta lui e quel 10% di italiani che detiene il 60% della ricchezza nazionale". Lo afferma in una nota il presidente dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro.

"Affermazioni simili, in un momento così difficile e delicato per il Paese, sono inaccettabili ed è ora che questo esecutivo vada a casa. Ricordiamo a Berlusconi, il quale forse vive nel Paese dei balocchi, che: il tasso di disoccupazione giovanile ormai ha raggiunto il 30%, una donna su due non lavora, il potere d'acquisto dei salari e delle pensioni si è ridotto drasticamente, ben quattro milioni di giovani sono ridotti a uno stato di precarietà. Non solo. Negli ultimi mesi sono aumentati vorticosamente i fallimenti delle aziende, delle piccole e medie imprese e degli artigiani".