Di Pietro: “Sanità in Lombardia? E’ un gruppo di potere”

Pubblicato il 17 Maggio 2012 9:18 | Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2012 9:27

ROMA – ''C'e' una responsabilita' politica. Quella di aver fatto della Lombardia un centro di potere personale e di una lobby''. Roberto Formigoni ''e' il caposquadra e in questi anni ha permesso che accadesse tutto cio' che sta emergendo dalle inchieste. L'aspetto giudiziario in questo momento non mi interessa. Ma l'accertamento dei fatti non puo' che essere affidato ad un'autorita' terza''. Lo dice in un'intervista a Repubblica Antonio Di Pietro. ''Non puo' essere lui – spiega riferendosi al governatore lombardo – a verificare la polvere sotto il tappeto nella sanita' lombarda''.

II governo, precisa il leader dell'Italia dei valori, ''dovrebbe inviare un commissario in Lombardia per verificare gli errori che sono stati commessi. Non puo' essere Formigoni come e' accaduto in Molise con Iorio. Ci sarebbe un grande conflitto di interessi. Non c'e' bisogno solo di una verifica amministrativa, ma anche politica''.