Dimissioni Berlusconi, il Futurista non si fida: "Se voto, grande coalizione con Monti"

Pubblicato il 12 Novembre 2011 14:57 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2011 15:55

ROMA, 12 NOV – ''Non c'e' da fidarsi'': il futurista (www.ilfuturista.it), webmagazine e settimanale di area finiana diretto da Filippo Rossi, commenta cosi' le ultime ''manovre'' di Berlusconi e del Pdl: ''Forse il colpo di coda del Caimano e' stato sventato, forse no e ci aspettano sorprese dell'ultimo minuto''. Ma comunque, che il governo Monti nasca o no, o che nasca ''a tempo'', secondo il futurista ''non c'e' tempo da perdere: bisogna preparare l'alternativa da subito, per sradicare quel che resta del berlusconismo dalla politica italiana''.

Ecco l'idea: ''Se Mario Monti non dovesse riuscire a formare un governo di salute pubblica, o se sull'esecutivo dovesse incombere un 'timer' regolato da Palazzo Grazioli, le opposizioni hanno il compito di offrire al paese una ricetta e una leadership con cui affrontare (e risolvere) la crisi. E perche' non puntare sul nome che gia' c'e', ovvero quello di Mario Monti? Mantenendo anche il programma e la 'grande coalizione' con cui trascinare l'Italia fuori dalla tempesta''.

Ma, prosegue il futurista, ''non si tratterebbe di un 'caravanserraglio', come si affretterebbero a gridare gli alfieri del Cav, ma di una assunzione di responsabilita' per il bene del paese, suggellata dalla 'politica' e dalla volonta' popolare. Sarebbe la strada giusta – continua il magazine – per gettare le basi di una nuova Repubblica, scrivere le regole della nuova politica e sconfiggere definitivamente e senza appello l'irresponsabilita' populista di Berlusconi e della sua corte di disperati''.