Disoccupazione sotto 12%, Renzi: Siamo fuori sabbie mobili

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Settembre 2015 15:42 | Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2015 15:42
Disoccupazione sotto 12%, Renzi: Siamo fuori sabbie mobili

Disoccupazione sotto 12%, Renzi: Siamo fuori sabbie mobili

ROMA – Nel mese di agosto, per la prima volta dopo due anni e mezzo, la percentuale di disoccupati in Italia è sceso al di sotto del 12%. Secondo i dati Istat, infatti, il tasso di disoccupazione è dell’11,9%. Un decimale, d’accordo. Ma non è un’inezia e non ha valore solo “psicologico”. Perché quel piccolo decimale significa decine di migliaia di posti di lavoro in più. E significa che rispetto ad un anno fa il numero di disoccupati è sceso dello 0,7%. E significa soprattutto che da inizio anno sono 325mila le persone occupate in più.

Sempre ad agosto, poi, sono 69mila gli occupati in più. Nei “freddi” numeri Istat, insomma, c’è il senso di una timida ripartenza:

“Tale crescita è determinata dall’aumento dei lavoratori alle dipendenze (+70 mila), in prevalenza a termine (+45 mila). Il tasso di occupazione aumenta di 0,2 punti percentuali, arrivando al 56,5%. Su base annua l’occupazione cresce dell’1,5% (+325 mila persone occupate) e il tasso di occupazione di 0,9 punti”.

Matteo Renzi trasforma quei numeri in un risultato politico. Dice che l’Italia “è fuori dalle sabbie mobili” e che il Jobs Act “funziona”. Il primo commento il premier lo affida a un tweet:

“Istat. In un anno più 325mila posti di lavoro. Effetto Jobs act. #italiariparte #lavoltabuona”.