Don Mazzi: “Voto Renzi, ha il piglio di Berlusconi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Aprile 2014 19:46 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2014 19:49
Don Mazzi: "Voto Renzi, ha il piglio di Berlusconi"

Don Mazzi: “Voto Renzi, ha il piglio di Berlusconi” (LaPresse)

ROMA – A Don Antonio Mazzi piace Matteo Renzi: “Voto Renzi, ha il piglio di Berlusconi“, dichiara a La Zanzara su Radio 24 il sacerdote veronese, classe 1929, noto per l’impegno antidroga e per le frequenti apparizioni a Domenica In.

Don Mazzi non va per il sottile: secondo lui bisogna “Eliminare metà dei parlamentari con piccone e badile”. Quanto a Berlusconi, da lui sempre difeso, “Ai giudici dico: date i servizi sociali a Berlusconi, gli farebbero bene” e “Ci sono peccatori più grossi del Cavaliere” anche se “Prima della comunione vorrei sentire da lui un po’ di autocritica”.

“Bisognerebbe eliminare metà dei parlamentari con un gran badile e un piccone. La metà”. Dice Don Antonio Mazzi, fondatore della comunità Exodus, a La Zanzara su Radio 24. “Io appoggio Renzi l’ho sempre votato e sono suo amico. Quando ci saranno le elezioni lo voterò sicuramente. Assomiglia a Berlusconi perché parla alla gente in maniera semplice e ha il piglio del Cavaliere. Ma è ancora fresco e mantiene la sua verginità politica”.

Per Berlusconi si augura i servizi sociali?: “Sì, potrebbe essere un’esperienza che lo fa riflettere. Ai magistrati dico che per lui sarebbero molto più utili dei domiciliari, sicuramente gli farebbero bene. Ha qualità dentro che neanche lui pensa di avere. Ma con me non lo vorrei perché saremmo due galli nello stesso pollaio, siamo due rompiballe. E comunque ci sono peccatori più grossi di lui”. Ma gli darebbe la comunione?: “Prima vorrei vederlo e parlargli. Mi interessa che dentro ci sia un minimo di autocritica e la voglia di cambiare”.

Poi si passa alla cronaca, al caso dei clienti delle baby squillo dei Parioli:

Se dovesse arrivare il patteggiamento con 40mila euro per i clienti delle baby prostitute sarebbe una porcata, sono cose da non perdonare. Li manderei tutti in galera. Queste sono porcate – dice don Mazzi – questi vanno veramente bastonati. E deve essere chiaro a tutti cosa hanno fatto, con tanto di nomi e cognomi resi pubblici”.