Donato Bruno candidato FI alla Consulta e indagato a Isernia secondo Il Fatto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2014 14:25 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2014 14:25
Donato Bruno candidato FI alla Consulta e indagato a Isernia secondo Il Fatto

Donato Bruno candidato FI alla Consulta e indagato a Isernia secondo Il Fatto

ROMA – Donato Bruno candidato FI alla Consulta e indagato a Isernia secondo Il Fatto. Il vicepresidente di Forza Italia al Senato nonché candidato per la Corte Costituzionale Donato Bruno risulta indagato dalla procura di Isernia in merito alla vicenda del fallimento della Ittierre, colosso dell’abbigliamento entrato in crisi nel 2009. Lo rivela Il Fatto Quotidiano, che spiega come Bruno in quanto avvocato sia finito sotto la lente dei magistrati per via di una consulenza da 2,5 milioni che gli sarebbe stata affidata da uno dei commissari liquidatori della Ittierre, ossia Stanislao Chimenti.

Al senatore non risulta nessun avviso di garanzia e comunque dichiara che non ritirerebbe la candidatura alla Corte Costituzionale.  Secondo Il Fatto, invece, Bruno sarebbe indagato per “interesse privato del curatore negli atti del fallimento” in quanto condivide lo studio professionale con lo stesso Chimenti (condivisione che non è cementata da alcun legame societario). A nominare Chimenti, Roberto Spada e Andrea Ciccoli commissari straordinari per l’Ittierre fu nel febbraio del 2009 l’ex ministro Claudio Scajola.