Dpcm 16 gennaio: testo ufficiale PDF Spostamenti tra regioni, coprifuoco, asporto, palestre, piscine, musei

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 15 Gennaio 2021 14:42 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2021 14:42
Dpcm 16 gennaio: testo ufficiale PDF Spostamenti tra regioni, coprifuoco, asporto, palestre, piscine, musei

Dpcm 16 gennaio: testo ufficiale PDF Spostamenti tra regioni, coprifuoco, asporto, palestre, piscine, musei

Giuseppe Conte ha firmato il Dpcm valido dal 16 gennaio. In realtà il testo del Dpcm è stato approvato in Consiglio dei Ministri la sera del 14 gennaio. Le misure saranno in vigore dal 16 gennaio al 5 marzo.

Le disposizioni principali riguardano scuola, spostamento tra regioni, coprifuoco, asporto. E poi le riaperture di musei (in zona gialla), palestre e piscine (che per ora restano ancora chiuse).

Inoltre il Decreto prevede le nuove soglie che mandano le regioni in zona rossa e arancione. Soglie più basse rispetto a prima, in modo da favorire l’ingresso delle regioni in queste fasce. E provare a tamponare il contagio in maniera locale. Senza, cioè, dover ricorrere di nuovo al lockdown nazionale.

Dpcm 16 gennaio: scarica il testo integrale in PDF

Dpcm 16 gennaio: scarica il testo integrale in PDF da stampare del decreto approvato il 14 gennaio.

Dpcm 16 gennaio: coprifuoco e scuola

Coprifuoco dalle 22 alle 5 confermato ovunque. In zona gialla e arancione scuole superiori in didattica a distanza al 50% da lunedì 18 gennaio. 

Nuovo Dpcm: divieto di spostamentro tra regioni fino al 15 febbraio    

Il divieto di spostamento tra le regioni, comprese quelle gialle, sarà in vigore fino al 15 febbraio e non più al 5 marzo.

Gli spostamenti fuori dal Comune e all’interno della regione

Fino a quella data sarà invece valida la regola che consente una sola volta al giorno ad un massimo di due persone (oltre ai minori di 14 anni conviventi) di andare a trovare parenti o amici nella regione, se questa è in zona gialla, o nel comune se è in zona arancione o rossa. E sempre fino al 5 marzo sarà possibile spostarsi nelle regioni arancioni dai comuni con una popolazione non superiore ai 5mila abitanti, per una distanza non superiore ai 30 km e mai verso i capoluoghi di provincia.

Divieto di asporto per i bar dalle 18

Il governo ha poi confermato il divieto della vendita da asporto per i bar dalle 18. Provvedimento fortemente criticato dalle Regioni. Il ministro Boccia ha garantito, nonostante la crisi di governo, “massima priorità” per i ristori a tutte le attività costrette a fermarsi. Tra queste c’è lo sci: gli impianti non riapriranno almeno fino al 15 febbraio, nonostante alcuni presidenti chiedano che almeno nelle zone gialle sia consentita l’attività ai soli residenti.

Dpcm: palestre, piscine e musei

Chiuse anche palestre e piscine – anche se si continua a lavorare per consentire la ripresa almeno agli sport individuali nelle zone gialle – così come cinema e teatri. Tornano invece le crociere ed è confermata l’apertura dei musei, ma solo nelle regioni gialle e solo nei giorni feriali. (Fonte Ansa e Gazzetta Ufficiale)