E Formigoni chiese aiuto alla loggia "Marra può far qualcosa per la lista?"

Pubblicato il 21 luglio 2010 12:00 | Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2010 12:00

da: La Repubblica

La “rete” non si poneva limiti. C’era un governatore-amico, furibondo per l’esclusione ordinata dai giudizi dalla competizione elettorale? L’organizzazione si muoveva, attivava numeri di telefono, bussava alle porte degli “amici”. E gli interlocutori, sempre, erano uomini dello Stato. Ecco cosa facevano l’ex assessore regionale napoletano, Arcangelo Martino e il suo presunto complice, il “geometra “Pasqualino” Lombardi, entrambi finiti in carcere l’8 luglio scorso, sospettati di fare parte di un'”associazione segreta” insieme con Flavio Carboni.

Nel marzo scorso, quando la lista di Roberto Formigoni si vede per ben due volte respingere la possibilità di partecipare alla tornata elettorale regionale, mette in moto i sui contatti. “Non appena il Marra – scrivono i carabinieri – ha ottenuto l’ambita carica (2 febbraio 2010), i componenti dell’associazione gli chiedono esplicitamente di porre in essere un intervento nell’ambito della nota vicenda dell’esclusione”. Il primo marzo è…

Leggi l’articolo originale