L’Economist sul caso Ruby: “L’Italia si aspetti una torrida primavera politica”

Pubblicato il 10 Febbraio 2011 17:05 | Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio 2011 17:17

Ruby "Rubacuori"

ROMA – Dal caso giudiziario di Ruby Rubacuori – che ”sicuramente imbarazza perfino il premier” – al capitolo sul federalismo, che se non realizzato potrebbe mettere a repentaglio l’alleanza tra Berlusconi e l’alleato Bossi, ”l’Italia sembra avviata verso una torrida primavera politica”. E’ questa l’analisi dell’Economist che, nella sezione ‘Europe’, pubblica nel numero in edicola domani un articolo su Silvio Berlusconi e le sue vicende giudiziarie.

”Il primo ministro italiano, Silvio Berlusconi – è l’incipit del pezzo – in 18 anni di carriera politica raramente non ha dovuto fronteggiare problemi. Ma il plico 5657/2011 dell’ufficio del pm di Milano ha tutta l’aria di poter diventare il suo peggior problema”. Ma il dossier sul caso Ruby, osserva il settimanale britannico, ”non è l’unica preoccupazione” per il premier Berlusconi. ”Nonostante le difficoltà legali, la posizione del primo ministro in Parlamento è ancora relativamente sicura”, osserva l’Economist, sottolineando però l’incognita rappresentata dall’alleato leghista Umberto Bossi nel caso Berlusconi non riuscisse ad accontentarlo sul federalismo. ”Il piano ora – scrive l’Economist – è ripresentare il decreto in Parlamento ricorrendo al voto di fiducia per farlo passare a colpi di maggioranza”. ”L’Italia – conclude – sembra avviata verso una torrida primavera politica”.