Editoria, Giulietti e Vita: “Dall’emendamento una boccata d’ossigeno, ora le regole”

Pubblicato il 13 Novembre 2010 15:11 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2010 15:14
Giulietti

Giuseppe Giulietti

Per Giuseppe Giulietti e Vincenzo Vita  l’emendamento votato alla commissione Bilancio della Camera dei deputati sul fondo dell’editoria è  “un positivo passo avanti”.

I due in una nota precisano che, però, il miglioramento “non è certo risolutivo, mancando il ripristino del ‘diritto soggettivo’ per i giornali ad accedere alle provvidenze, abrogato dal decreto Tremonti del 2008: la ‘madre’ di tutti i tagli ai saperi e all’informazione”.

”Tuttavia – spiegano Vita e Giulietti – i 100 milioni di euro, che si aggiungono agli 81 già previsti, sono una boccata di ossigeno per le cento testate a rischio di chiusura. Va dato atto che per una volta le istanze disperate sono state ascoltate. Ora, però – concludono Giulietti e Vita – il sottosegretario Bonaiuti mantenga l’impegno del varo del regolamento dell’editoria. Premessa per una riforma di settore, senza la quale un tema di liberta’ diventa un periodico dramma seriale”.

5 x 1000