Edoardo Sylos Labini, responsabile cultura Fi e genero di Paolo Berlusconi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Maggio 2014 14:24 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2014 14:24
Edoardo Sylos Labini, responsabile cultura Fi e genero di Paolo Berlusconi

Edoardo Sylos Labini, responsabile cultura Fi e genero di Paolo Berlusconi

ROMA – Edoardo Sylos Labini, responsabile cultura Fi e genero di Paolo Berlusconi. Declamando la sua versione poetica del 5 maggio, Berlusconi col suo show ha un po’ oscurato un nuovo protagonista di Forza Italia, il capo del Dipartimento Cultura Edoardo Sylos Labini. Finora noto soprattutto come genero illustre (è sposato a Luna, figlia di Paolo, fratello di Berlusconi) e un po’ meno come attore, aveva stupito u po’ tutti il suo impegno politico a destra, provenendo infatti da una famiglia storicamente di sinistra. A questo proposito è abbastanza gustoso il ricordo di come Paolo Sylos Labini (economista di fama mondiale, socialista e, tra le altre cose, firmatario con Bobbio nel 2001 di un Appello contro la Casa delle Libertà) accolse la notizia del matrimonio del congiunto con Luna Berlusconi. Non partecipò, limitandosi a una laconica mail: “Non può essere vero”.

Era vero invece. Come riferisce Il Fatto Quotidiano, Edoardo, per sua stessa ammissione, fa parte del “ramo nero” della famiglia. “Abbiamo sempre votato Msi, poi An, ma non Fini”. Nero e berlusconiano di origine controllata. Se come attore di cinema e tv il suo curriculum è abbastanza trascurabile, è a teatro che Sylos Labini ha trovato la sua cifra stilistica: Marinetti, Italo Balbo, D’Annunzio sono occasione e oggetto di un revisionismo, diciamo così, applicato all’arte drammaturgica. Sul Giornale e poi online cura una rubrica chiamata “Gli artisti italiani che nessuno vi racconta” che, programmaticamente, accoglie tutti i nomi che, per un motivo o per un altro, sfuggono alla comprensione dei comunisti egemoni (sul sito spicca l’appello a liberare la musica dal primo maggio)