Election day non si farà, referendum a parte: accordo Pdl-Lega, Fini dissente

Pubblicato il 16 Aprile 2009 0:38 | Ultimo aggiornamento: 16 Aprile 2009 12:44

L’election day, ovvero accorpare elezioni europee e referendum in un giorno solo, non si farà. Gli elettori si recheranno alle urne in due date diverse:  il Pdl e la Lega, infatti, hanno trovato l’accordo sulla bocciatura della proposta che avrebbe potuto far risparmiare soldi (dei contribuenti) al governo. Si era anche pensato di sfruttare il denaro messo da parte per aiutare le popolazioni abruzzesi colpite dal terremoto.

Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, esprime il proprio rammarico: «Sarebbe un peccato se per la paura di pochi il governo rinunciasse a tenere il referendum il 7 giugno spendendo centinaia di milioni che potrebbero essere risparmiati».

Le elezioni sono fissate per il 7 giugno, mentre per il referendum sono state proposte due date: 14 o 21 giugno.