Le Iene e le bugie M5s sui soldi: “Almeno 10 non li restituiscono, ecco il video censurato”

di Sergio Carli
Pubblicato il 12 febbraio 2018 8:27 | Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2018 8:27
Le Iene e le bugie M5s sui soldi: "Almeno 10 non li restituiscono, ecco il video censurato"

Le Iene e le bugie M5s sui soldi: “Almeno 10 non li restituiscono, ecco il video censurato”

Le Iene: sono almeno una decina i parlamentari del Movimento Cinque Stelle che avrebbero detto di fare e non fatto la restituzione di parte del loro stipendio non versandolo al Fondo per il microcredito che finanzia la piccola e media impresa, come dichiarato agli elettori.

Il video messo in rete dalle Iene è eloquente e, per i grillini, imbarazzante. Guardate qua e fatevi un’idea.

Le Iene, che hanno sollevato lo scandalo, scrivono sul loro sito che alla denuncia, fatta da un ex militante del movimento,  Filippo Roma ha trovato “le controprove”. Esse sono, scrivono, “nei bonifici bancari [che] lo dimostrerebbero”.

Per il momento sono stati fatti due nomi eccellenti nel planetario grillino, quello del deputato Andrea Cecconi, capogruppo alla Camera, e quello del senatore Carlo Martelli, vice capogruppo al Senato e capolista in Piemonte. Entrambi hanno detto che, se eletti, rinunceranno alla carica. Luigi Giggino Di Maio, candidato premier per il M5s, prima li ha lodati poi li ha deferiti ai probiviri.

Il servizio delle Iene sullo scandalo dei rimborsi a 5 stelle doveva andare in onda nella loro ultima trasmissione ma è stato bloccato da Mediaset. Riferisce sulla Stampa di Torino Ilario Lombardo che le ragioni, formali dei dirigenti Mediaset riguardano la campagna elettorale: le Iene non sono testata giornalistica e quindi sarebbero tenute a rispettare i rigidi codici della par condicio.

Il video postato sul sito riporta una intervista alla fonte anonima che ha fornito le prove della “presa per il c…”. Si tratta di un ex grillino, che ha lasciato il Movimento disgustato per l’ipocrisia imperante e la delusione politica: il Movimento 5 stelle è due drammatici  faccia a faccia di Filippo Roma con i due parlamentari al centro del caso, Cecconi e Martelli, avvenuti entrambi prima che esplodesse la cosa, e ben prima che il blog delle stelle se ne occupasse per cercare di mettere una pezza. Potete vedere, spiega Jacopo Jacoboni sulla Stampa, “in che modo tentavano di spiegare il problema (da principio addirittura negandolo, con modalità anche assai diverse tra i due)”. Segue una intervista in due tempi a Luigi Di Maio, che è stato seguito da altri due inviati della trasmissione nella campagna elettorale, che in questi giorni stava facendo in Puglia. “Di Maio appare nel servizio in difficoltà”.

La conclusione del video è drammatica, con Filippo Roma che chiede a due senatori del Movimento 5 stelle in campagna elettorale con Di Maio in Puglia, Maurizio Buccarella e Barbara Lezzi, entrambi candidati. se siano a posto con i rimborsi, e con i due interpellati visibilmente innervositi mentre il pubblico grillino in sala rumoreggiante.

Come riferisce Jacoboni, “in serata, la Lezzi replica su Facebook: «Domani mattina andrò in banca per farmi rilasciare la documentazione che accerta che tutti i bonifici che ho effettuato in questi anni non sono stati revocati»”.

“Sarà vero?”, si chiedono le Iene. Filippo Roma nel video conclude con una minacciosa promessa: “To be continued”. Altro seguirà. Sembra evidente che la misteriosa fonte ha fornito alle Iene ampio materiale. “Almeno una decina di parlamentari”…

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other