Elezioni 2018, a Palermo 200mila schede ristampate nella notte

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 marzo 2018 7:44 | Ultimo aggiornamento: 4 marzo 2018 10:37
(foto d'archivio Ansa)

(foto d’archivio Ansa)

PALERMO – Nella notte tra sabato e domenica 4 marzo la Prefettura di Palermo, a causa di un errore nella perimetrazione dei collegi Palermo 1 e Palermo 2, è stata costretta a ristampare 200mila schede elettorali. Le schede sono state già ridistribuite ai 200 seggi interessati. Anche se si sono riscontrati ritardi nell’apertura di alcuni seggi.

Secondo quanto ha chiarito in serata una nota della Prefettura, “a seguito di un’attenta verifica della distribuzione delle schede elettorali in diversi seggi della città di Palermo, si è riscontrata una difforme collocazione di talune sezioni elettorali nell’ambito dei collegi senatoriali”. A questo punto, “il Prefetto ha disposto l’immediata ristampa delle schede per garantire la regolarità del voto”.

Questa mattina toccherà al comune di Palermo garantire la “tempestiva distribuzione delle schede elettorali prima dell’apertura dei seggi”. In particolare, nei seggi di Palermo erano state consegnate schede valide per il collegio senatoriale di Bagheria. L’errore, che riguarda il collegio dove fra gli altri è candidato il presidente del Senato, Pietro Grasso, è legato alla nuova definizione dei collegi stabilita con l’ultima legge elettorale. Alcuni quartieri di Palermo sono stati inseriti erroneamente nel collegio senatoriale numero 2 invece che nel numero 1.